Dott.ssa Giulia Decarli

AREE DI INTERVENTO

Non possiamo cambiare il vento, ma possiamo regolare le vele.

aree di intervento

Percorsi di terapia personalizzati

Il mio obiettivo è quello di aiutarti a superare, in modo rapido ed efficace, le difficoltà emotive che stai affrontando.

Insieme costruiremo un percorso di terapia personalizzato per sviluppare e potenziare i tuoi punti di forza.

Se ti ritrovi incastrato in situazioni o emozioni che non ti permettono di vivere la vita appieno, contattami.

Terapia Individuale

Nelle sedute di terapia individuale viene offerto uno spazio sicuro per affrontare la sofferenza e il disagio che la persona prova.

  • DISTURBO BIPOLARE E DISTURBI CORRELATI;
  • DISTURBI DEPRESSIVI;
  • DISTURBI D’ANSIA (tra cui disturbo d’ansia da separazione mutismo selettivo, fobia specifica, fobia sociale e agorafobia disturbo di panico);
  • DISTURBO OSSESSIVO-COMPULSIVO E DISTURBI CORRELATI (tra cui il disturbo di dimorfismo corporeo);
  • DISTURBI CORRELATI A EVENTI TRAUMATICI E STRESSANTI;
  • DISTURBI DA SINTOMI SOMATICI (tra cui il disturbo d’ansia di malattia – ipocondria);
  • DISTURBI DELLA NUTRIZIONE E DELL’ALIMENTAZIONE (tra cui anoressia nervosa, bulimia nervosa, disturbo da binge-eating);
  • DISTURBI DEL SONNO-VEGLIA;
  • DISTURBII SESSUALI;
  • DISTURBI CORRELATI ALL’USO DI SOSTANZE E DISTURBI DA ADDICTION;
  • DISTURBI DI PERSONALITÀ.

Terapia di Coppia

Un percorso di terapia di coppia può aiutare a delineare ed affrontare quei piccoli e grandi ostacoli che si possono incontrare nella condivisone quotidiana con il proprio partner. 

  • COMUNICAZIONE;
  • SUPPORTO ALLA GENITORIALITÀ;
  • SESSUALITÀ;
  • RELAZIONI AFFETTIVE;
  • CARICO DELLE RESPONSABILITÀ;
  • RETI DI SOSTEGNO E DI AIUTO NELLE SITUAZIONI DI DISAGIO E DI DIFFICOLTÀ.

Neuropsicologia

È possibile eseguire valutazioni neuropsicologiche per indagare eventuali alterazioni cognitive ed accertare la presenza di disturbi neuropsicologici.

  • ADULTO:  disturbi neurocognitivi (demenze come Alzheimer o demenze di altro tipo), malattia di Parkinson; sclerosi laterale amiotrofica (SLA), atrofie cerebrali, disturbi neurologici di natura vascolare (trombosi, emorragie, aneurismi); lesioni cerebrali successive a traumi cranici o ictus.
  • BAMBINO: disturbi del neurosviluppo come disturbi della comunicazione, disturbo dello spettro dell’autismo, disturbo da deficit di attenzione/iperattività ADHD, disturbo specifico dell’apprendimento DSA.
  • Supporto ai familiari e caregivers di persone con demenza.
  • Programmi di intervento terapeutico non farmacologico (come riabilitazione o stimolazione cognitiva, terapia occupazionale, etc.), per maggiori dettagli vedere la sezione TRAINING.

Psicologia Forense

Intervento tecnico-scientifico nelle situazioni in cui è fondamentale il parere di un professionista della salute mentale, anche in contenzioso giuridico.

  • CPT nell’ambito di consulenze tecniche d’ufficio disposte dal Tribunale;
  • Accompagnamento del nucleo familiare alla separazione dei genitori;
  • Sostegno genitoriale;
  • Mediazione Familiare, per conflitti familiari nella fase della separazione, del divorzio e nella conseguente fase della riorganizzazione familiare.

Training

RIABILITAZIONE NEUROPSICOLOGICA comprende tutte quelle attività finalizzate al recupero di abilità che hanno subìto una modificazione o, nei casi in cui non sia possibile il recupero, la compensazione delle stesse.

  • Disturbi del neurosviluppo nell’età evolutiva e per disturbi neurologici di natura vascolare (trombosi, emorragie, aneurismi); lesioni cerebrali successive a traumi cranici o ictus nell’adulto e nell’anziano.

STIMOLAZIONE COGNITIVA la mancanza di attività cognitiva accelera il declino cognitivo sia nell’invecchiamento normale (fisiologico) sia nell’invecchiamento patologico, come ad esempio in presenza di una demenza.

  • Contrastare il decadimento cognitivo e sollecitare le potenzialità residue della persona attraverso attività altamente strutturate e non frustanti, adatte al livello di ognuno.
  • Potenziare le funzioni cognitive compromesse e sostenere quelle non ancora alterate. Promuove lo sviluppo e l’impiego di strategie di compenso ai deficit cognitivi, così da permettere una migliore qualità di vita, conservando il più elevato livello di autonomia e partecipazione alla vita familiare e sociale.

TRAINING AUTOGENO è una tecnica di autodistensione e rilassamento che consente di armonizzare corpo e psiche e raggiungere uno stato di benessere psicofisiologico.

  • Apprendere in modo graduale una serie di esercizi che apportano modificazioni del tono muscolare, della funzionalità vascolare, dell’attività cardiaca e polmonare, dell’equilibrio neurovegetativo e dello stato di coscienza.
  • Fronteggiare le situazioni stressanti della vita quotidiana ed è adatto a tutti coloro che desiderano imparare una tecnica di rilassamento e di conoscenza di sé che favorisce un miglioramento generale dello stato di salute.

Formazione

Mi occupo di corsi di formazione per diversi Enti e Associazioni, trattando tematiche più generali sulla salute mentale o disturbi specifici.

  • I disturbi dello spettro autistico;
  • Le terapie non farmacologiche;
  • Tecniche di rilassamento e di Biofeedback;
  • Tecniche di comunicazione efficace e di negoziazione;
  • Come rapportarsi quotidianamente con il residente affetto da demenza;
  • Piacere Ansia: imparare a conoscere e gestire l’ansia;
  • La stimolazione cognitiva nella demenza;
  • Dalla valutazione neuropsicologica alla riabilitazione cognitiva.

contatti